Un Lenzuolo per dire No allo Smog

Sabato 23 gennaio 2016, dalle ore 16, Ambiente Saronno Onlus sarà in piazza Libertà per parlare di aria. Prima ancora di parlare di interventi , vogliamo partire dallo stato di fatto  e dai possibili rischi che questo comporta.

Per questo abbiamo analizzato  l’andamento dell’aria in Saronno a partire dall 2010 .

Qualche considerazione che verrà poi sviluppata, in maniera più approfondita, nella presentazione che faremo al banchetto.

  • L’anno 2015 ha avuto 76 giorni di superamento del tetto di 50mg/m3 fissato dalla Comunità Europea per la tutela della salute pubblica (il numero max di sforamento in un anno è 35 giorni).
  • Ci sono stati 31 giorni di sforamento consecutivi. Solo nel 2011 ce ne sono stati 35.
  • L’andamento del PM10 mostra la tendenza a ridursi il sabato e la domenica.
  • Il 31 dicembre l’aria era al di sotto dei 50 mg/m3, il 1 gennaio, a parità di condizioni atmosferiche, aveva superato i 50 mg/m3.
  • Nell’estate del 2015 l’ozono ha superato la soglia di allarme (superiore alla soglia di attenzione) per ben 16 giorni.
  • La conoscenza di questi dati e l’informazione sui possibili rischi crediamo renda evidente la necessità di agire per migliorare la situazione.

Se è  vero che sono problemi comuni in tutta la pianura padana e la soluzione richiede un intervento in tutta l’area questo non vuol dire che interventi locali siano inutili.

Se per l’ozono non possiamo fare molto a livello locale, se non proteggersi, per il PM10 e PM 2,5 possiamo incidere fino al 30% della presenza di inquinanti nell’aria saronnese.

Al banchetto verranno distribuiti lenzuoli che chiederemo ai saronnesi di appendere fuori da finestre/balconi per almeno 4 settimane. Questi teli serviranno per redigere (cosa già fatta nel 2008) una mappa, quartiere per quartiere, dell’aria a Saronno. Un espediente “visivo” per costatare che tipo di aria respiriamo a casa nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *